Berlusconi-Mediaset-triste“Le novità importanti per quanto riguarda il processo Mediaset sono che in Usa il fisco americano sta per procedere con una causa verso Frank Agrama e altre persone ritenute responsabili di evasione fiscale importante,

e da queste situazioni emergono testimonianze di importanti dirigenti del gruppo Agrama che dimostrano come la vicenda che vede il gruppo Agrama protagonista sia una vicenda da cui Silvio Berlusconi è assolutamente, completamente estraneo, altri sono i protagonisti e sono dichiarati in modo chiaro, senza possiblità che si possa interporre alcun dubbio”, dice Berlusconi.
Il Cavaliere dice di possedere una serie di nuovi documenti sui quali baserà la sua “domanda di revisione alla Corte di Appello di Brescia”. Berlusconi ha aggiunto di avere a supporto della sua nuova offensiva giudiziaria “12 testimoni di cui più della metà completamente nuovi, almeno 7, e altri proposti già ai collegi di primo e secondo grado, ma respinti. In totale – ha continuato Berlusconi – ci sono stati respinti 171 testimoni”.
“Credo che questa e anche le altre testimonianze smentiscano completamente la base su cui il collegio feriale della corte di Cassazione mi ha condannato”, ha continuato il leader di Forza Italia dopo aver letto alla stampa una delle 12 nuove testimonianze a partire dalle quali intende chiedere la revisione del processo.
In vista del voto sulla decadenza, Berlusconi si è poi appellato al Pd e al M5S. “Vi chiedo di riflettere nell’intimo della vostra coscienza a maggior ragione visto che il voto è palese. Non tanto per la mia persona, ma per la nostra democrazia. Valutate le nuove prove e i documenti che stanno arrivando”.  
Nessun passaporto diplomatico né ipotesi di lasciare l’Italia. Silvio Berlusconi in conferenza stampa ha negato di voler cercare “scappatoie” come ad esempio incarichi diplomatici da parte di Paesi esteri, ad esempio la Russia, né di andare via dall’Italia: “Penso di aver dimostrato in tutti questi anni il mio amore per il mio Paese”.

{jcomments on}