Sono stati rinvenuti 87 corpi, più della metà bambini, nel deserto nigeriano, a pochi lìkm dal confine con l’Algeria. I morti si vanno ad aggiungere al gruppo di clandestini scoperto qualche giorno fa dall’esercito nigeriano. Sono tutti morti a inizio ottobre, nel corso di un viaggio verso l’Algeria iniziato a fine settembre, secondo una fonte della sicurezza di alto grado. I migranti, un centinaio, erano partiti dal Niger, prima da Agadez e quindi da Arlit, a bordo di due vecchi camion, con passaggi pagati a caro prezzo, almeno per loro. La destinazione finale era Tamanrasset, città dell’Algeria meridionale, dove già c’è un piccola comunità di nigerini che vivono, tra stenti e disperazione, chiedendo l’elemosina lungo le strade o, più spesso, davanti alle moschee.

{jcomments on}