Un giovane di 21 anni si è tolto la vita lanciandosi la scorsa notte dall’undicesimo piano di un palazzo a Roma, nel comprensorio Pantanella, in via Casilina a Roma. Il giovane ha anche lasciato una lettera nella quale ha detto di essere gay. “L’Italia è un Paese libero ma esiste l’omofobia e chi ha questi atteggiamenti deve fare i conti con la propria coscienza”. E’ quanto avrebbe scritto il giovane di 21 anni in un biglietto che ha lasciato a casa, prima di suicidarsi la scorsa notte a Roma. Gli investigatori non escludono che il giovane fosse bersaglio di atteggiamenti omofobi anche se, al momento, le indagini non si orientano sul versante dell’istigazione al suicidio.