E’ stato rinvenuto del Dna di un vicino di casa sulla scena del delitto di Giovanna Nina Mauro, la 90enne di Genova uccisa con 12 colpi di forbici. Prima di morire, secondo le indagini, la donna avrebbe lottato graffiando il suo assassino. E propri grazie al materiale trovato sotto le unghie sarebbe stato incastrato un vicino di casa della donna. {jcomments on}