alitaliaLa vicenda Alitalia ‘’incarna il fallimento della politica industriale’’ dell’Italia. E’ quanto scrive il Wall Street Journal in un articolo dedicato alla disastrata compagnia di bandiera.

Il giornale economico Usa spiega che la prolungata recessione economica che sta attraversando il Paese ‘’ha esacerbato la mancanza di competitivita’’’ delle aziende italiane, ‘’gia’ svantaggiate da un enorme peso fiscale, complicatissime leggi sul lavoro, alti costi energetici e ingerenze politiche’’. E cosi’ la base industriale del Paese ‘’si sta erodendo’’ con i vari settori, come quello siderurgico e automobilistico, un tempo comparti dinamici e vibranti, che tagliano posti di lavoro o spostano la produzione al’estero. Alitalia ne e’ ‘’l’esempio piu’ eclatante’’. I vari governi che si sono succeduti, sottolinea il Wsj, per anni hanno tenuto i rivali di Alitalia ‘’a distanza’’ ma quando e’ arrivata la ‘deregulation’ del trasporto aereo alla fine degli anni ‘90, la compagnia si e’ ritrovata impreparata ad affrontare la concorrenza.
Interviene sulla vicenda Alitalia anche il Financial Times.  “Il protezionismo industriale è tornato di moda a Roma”. Comincia così un editoriale del Financial Times in edicola questa mattina dedicato alla vicenda di Alitalia e che cita anche i casi di Telecom e Finmeccanica. L’Italia, scrive il quotidiano finanziario britannico, ha bisogno di investimenti esteri per uscire dalla sua profonda crisi economica ma i politici sono troppo presi dall’ammantarsi nella bandiera per rendersene conto. Il giornale ripercorre la vicenda Alitalia, cita quanto accaduto nel 2008 con il governo Berlusconi e dice che “il governo ha scelto di ripetere lo stesso errore”, trovando una soluzione che lasci l’azienda in mani italiane. Il risorgere del nazionalismo nell’ambito degli affari “getta un’ombra” sulla sincerita’ del presidente del Consiglio che ha piu’ volte ripetuto di voler attrarre gli investimenti esteri e ha varato anche l’operazione Destinazione Italia, scrive il Financial Times, concludendo che la strategia di Roma su Alitalia fornisce un messaggio contraddittorio.

 

{jcomments on}