1159839-formigoniNel centrodestra è ormai battaglia aperta tutti contro tutti. Non solo nel Pdl-Forza Italia, ma anche nelle altre formazioni. C’è chi rivuol fare An e chi no, anche se pensa che una casa comune (che non sia Casa Pound) alla destra destra vada comunque trovata.


In molti, poi, dai recenti eventi che hanno interesato il Pdl ora Forza Italia vedono le porve tecnicje per la rinascita della Dc.
Spiega il suo punto di vista Renata Polverini: “Mi pare che ci sia stata una grande attività dei ciellini guidata da Formigoni e sostenuta da Fabrizio Cicchitto”. Secondo l’ex presidente della Regione Lazio, il vero deus ex machina del dramma pdiellino è stata la fazione che fa riferimento a Comunione e Liberazione: “Già da un anno – spiega – sta lavorando a questo progetto, ricordiamo tutti Italia Popolare che altro non era la rappresentazione di ciò che sta accadendo ora”. Una scissione per ora rimandata ma che secondo Polverini sarebbe conseguenza dell’atteggiamento di Formigoni and co, “che – dice – hanno sacrificato l’unità del partito per il governo”.
Ma nel nel Pdl diviso non più tra falchi e colombe ma tra alfaniani e lealisti, pontieri e scissionisti si cerca di parlare soprattutto di unità . Insomma, il leader, con l’inversione a U sulla fiducia a Letta, ha dato la linea: non ci si deve smembrare, e neppure dare ascolto alle paroline sferzanti del premier (“E’ finito un ventennio”), che in effetti hanno immediatamente provocato la reazione di molti, Alfano in testa.
“Dopo Fitto oggi anche la Gelmini mostra nel confronto interno la via per fermare derive scissionistiche dannose per il Paese e per Berlusconi”, ha affermato in una nota uno dei promotori dei ‘lealisti’, Gianfranco Rotondi.
“L’unità del Pdl èun valore essenziale da tutelare e Berlusconi riuscirà certamente a fare sintesi del dibattito che si èaperto nel partito. Io sono tra coloro che lavorano per aiutare il nostro leader in questo percorso”, ha dichiarato il senatore del Pdl Altero Matteoli. “Il dibattito interno al Pdl – ha aggiunto – è sintomo di vitalità e di ricchezza. Trovo strana l’idea dell’amico Cicchitto sul congresso. Il congresso èlinfa vitale per una forza politica”.

{jcomments on}