Di ora in ora sale il numero dei morti degli immigrati arrivati davanti alle coste dell’isola di Lampedusa. Sono 93 i corpi recuperati e solo 151 le persone tratte in salvo, tra cui uno dei presunti scafisti, fermato dalla polizia. I migranti tratti in salvo sono in gran parte profughi provenienti da paesi dell’Africa sub sahariana, eritrei e somali soprattutto. Partito presumibilmente dal porto libico di Misurata, il barcone sarebbe prima naufragato e poi andato in fiamme dopo che era stato dato fuoco a una coperta, nel tentativo di attirare l’attenzione di un peschereccio che transitava nei pressi. Le fiamme si sarebbero poi propagate all’imbarcazione, incendiandola, a causa di una perdita di carburante. {jcomments on}