giuliano-gemmaE’ successo stanotte in un incidente stradale a Cerveteri, vicino Roma. Aveva 75 anni.

Gemma è rimasto coinvolto in un impatto frontale mentre era a bordo della propria auto, una Toyota Yaris, che si è scontrata con una Bmw. Trasportato subito presso l’ospedale di Civitavecchia, le sue condizioni erano immediatamente apparse critiche. L’attore è infatti arrivato morto in ospedale nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale dell’ambulanza che l’ha soccorso. Nell’incidente ci sono stati anche due feriti lievi, un uomo con suo figlio.

Giuliano Gemma è stato il più grande eroe dei film western all’italiana, i cosiddetti spaghetti western, che tanta fortuna ebbero negli anni ’60 e ’70.

Era approdato al cinema come stuntman, ma fu immediatamente notato da Dino Risi che lo volle in un piccolo ruolo nel film “Venezia, la luna e tu” con Alberto Sordi. Fu notato dal regista di Ben-Hur e scelto per interpretare uno dei centirioni. Il primo successo arrivò con “Arrivano i titani”, film di genere mitologico che ebbe grandissima fortuna anche all’estero. Seguono parti in film rilevanti come il “Gattopardo” ma la grande fama arriva con i western. Duccio Tessari., Tonino Valerii, Sergio Corbucci ne fanno una grande sta.

A metà degli anni ’70 Giuliano Gemma abbandona i panni del cowboy e partecipa alla realizzazione di film diversi tra loro come “Il deserto dei Tartari”, “Speriamo che sia femmina” di Mario Monicelli e “Tenebre” di Dario Argento.

Partecipa anche a molti film per la televisione e fiction seguitissime come Capri.

Nella vita privata era molto morigerato. Sposato con due figli, avuti da una precedente relazione, ha da sempre coltivato la passione per l’arte e in particolare per la scultura che lo ha aiutato a superare momenti difficili e snervanti, come le lunghe attese tra un film e l’altro, tra un provino e una telefonata di conferma.

“L’entusiasmo per la vita, l’interesse per tante cose e soprattutto una passione, una grande passione” era il suo segreto per non invecchiare. {jcomments on}