Un infarto fulminante, che ha interessato una vasta area del cuore, avrebbe stroncato la vita dell’ex giocatore del Napoli, Gaetano Musella.

L’autopsia ha rivelato che la morte è avvenuta poche ore dopo il risveglio, tanto che sono state trovate ancora tracce della colazione nello stomaco. Assenti pastiglie o farmaci, anche se è in corso l’analisi dei liquidi prelevati dal corpo, che potrà definire meglio questo aspetto. Pare che Musella avesse già accusato in passato problemi cardiaci confermato dal medico legale, che ha trovato le coronarie in pessimo stato. Non ci sarebbero invece tracce di violenza, come aveva fatto supporre il fatto di aver ritrovato i pantaloncini abbassati alle ginocchia. {jcomments on}