Barack ObamaChiude lo Stato federale statunitense. Il Congresso non ha trovato un’intesa sul finanziamento della macchina statale, provocando lo ‘shutdown’. E’ un durissimo colpo alla ripresa economica Usa e mondiale. L’ultima ‘chiusura’ risale a 17 anni fa e costò 2 miliardi di dollari.


La fine del finanziamento dello Stato federale e’ scattato un minuto dopo la mezzanotte del 1 ottobre ora di Washington, quando in Italia sono appena passate le 6 di mattina. In seguito al blocco dei fondi, circa 800mila lavoratori statali non riceveranno piu’ stipendio, ci sara’ la chiusura di musei, degli sportelli ministeriali e persino dei parchi naturali in tutti gli States. Lo shutdown e’ stato provocato dal durissimo muro contro muro tra Casa Bianca e Grand Old Party sul budget. Ma il vero scontro e’ sulla riforma sanitaria: il partito repubblicano, che ha la maggioranza alla Camera, ha deciso di bloccare ogni finanziamento alla controversa Obamacare, proponendo un via libera ai fondi a patto che si ritardasse di un anno l’entrata in vigore della celebre riforma, prevista proprio oggi, martedi’ 1 ottobre. Di contro, Barack Obama e il partito democratico, non si sono piegati, tenendo il punto e difendendo l’immediata applicazione di una legge approvata anni fa al termine di una battaglia campale e che oggi avra’ effetti concreti per la vita di circa 35 milioni di americani

{jcomments on}