Sembra non vi sia alcun pericolo di contaminazione radioattiva dopo l’incendio scoppiato a bordo del sottomarino atomico K-150 Tomsk, in manutenzione in un cantiere navale a circa 25 km da Vladivostok, sul mar del Giappone. Il rogo è divampato durante i lavori di saldatura nella zona di zavorra, dopo che una sega a gas usata per tagliare una grata ha infiammato una vecchia gomma di rivestimento, cavi e vernice. Sembra minimo il pericolo di esplosione, poiché la cisterna è esterna alla parte stagna del sommergibile. Il personale è stato evacuato e le armi rimosse. Sono ancora in corso le operazioni di spegnimento e di controllo radioattivo. {jcomments on}