L’11 settembre è partito un attacco hacker mirato a diffondere programmi pericolosi e in grado di carpire dati importanti, come codici di carte di credito e credenziali bancarie.
I cyber-criminali hanno violato il profilo Facebook del gruppo Alpitur, probabilmente rubando i dati di accesso degli amministratori, e hanno postato annunci e finte offerte viaggi con link che rimandavano a pagine web contenenti i sopraddetti programmi. E’ stata la stessa azienda a rendere noto l’accaduto, avvisando gli oltre 120.000 contatti Facebook. La situazione adesso è stata risolta, ma per gli esperti di sicurezza informatica quanto è accaduto è un campanello di allarme perché finora in Italia nessun gruppo criminale aveva mai preso di mira i social network. {jcomments on}