Dopo il consenso ottenuto per iniziare la sperimentazione del metodo Stamina, arrivano le critiche del comitato scientifico, creato dal Ministero della Salute per valutare la validità del metodo. Vannoni, presidente della Stamina Foundation e creatore del metodo, risponde così alle indiscrezioni circa la relazione del comitato: “Credo che non sia un comitato imparziale, visto che il 70% dei suoi membri si era espresso contro il metodo Stamina prima ancora di essere nominato all’interno del comitato. Se così stanno le cose Stamina farà ricorso al Tar in merito alla nomina di precise personalità. Con questo metodo sono curate in questo momento a Brescia 40 persone, senza effetti collaterali e con risultati evidenti che mostreremo al Tar il prossimo 7 ottobre”. Sembra una bocciatura sulla carta più che una valutazione del metodo e dei suoi risultati. {jcomments on}