manichinoJo Swinson, ministro inglese delle pari opportunità, ha definito “cultura irrealistica” quella promossa dai negozi di moda attraverso manichini dal corpo magrissimo che non rispecchia assolutamente la realtà. Attraverso il Sunday Times, Swinson riferisce: “La taglia media delle donne inglesi è passata dalla taglia 44 alla 48 in 10 anni, mentre i negozi mostrano esclusivamente la taglia 40. Questo fa parte di una cultura irrealistica, dovrebbero invece mostrare e festeggiare la varietà della nostra società”.

Già qualche anno fa si erano accese polemiche contro i manichini del marchio Gap, eccessivamente magri, praticamente scheletrici, oltretutto controproducenti anche al fine delle vendite in negozio.

Esce fuori dal coro la catena britannica Debenhams che si avvale d tempo di manichini oversize e mostra modelle amputate e atlete paraolimpiche per sfilate e campagne pubblicitarie. {jcomments on}