E’ stato ritrovato morto ieri sera dalle guardie del carcere dove era stato rinchiuso per scontare oltre mille anni di detenzione per aver ridotto in schiavitù e stuprato tre ragazze per dieci anni.

Il corpo esanime di Ariel Castro è stato rivenuto intorno alle 21,30 nella sua cella. I medici del carcere hanno provato a rianimarlo, ma senza successo.

Causa della morte: apparente suicidio. Ora sono aperte le indagini. {jcomments on}

Castro era stato posto in isolamento per la sua stessa protezione da ritorsioni degli altri detenuti