Emile Griffith, ex campione del mondo negli anni ’60, è morto a 75 anni, l’annuncio della International Boxing Hall of Fame. Con lui la boxe perde un grande interprete, non solo sul ring. Griffith, nato nelle Isole Vergini, è stato peso welter e medio tra i migliori della storia. Al suo nome, soprattutto per gli sportivi italiani, è legata la trilogia di sfide con Nino Benvenuti negli anni sessanta.
“Ho perso un grande amico, anzi un fratello. La sua morte è un dolore immenso”, dichiara commosso Benvenuti. “E’ stato un grande avversario, un campione di correttezza. Ha dato un’immagine pulita alla boxe. Nella graduatoria di tutti i tempi tra i medi – dice – è stato secondo solo a Sugar Ray Robinson e Carlos Monzon. Io come altri ho goduto il vantaggio di essere un peso medio naturale. Lui era più un welter come statura e muscolatura, ma  se fosse stato un medio naturale anche lui non lo avrebbe battuto mai nessuno. E’ stato più grande di me…”.