Svolta nel giallo del Trasimeno

E’ stato fermato e interrogato ieri a Firenze l’uomo che avrebbe trascorso la giornata di sabato insieme alla studentessa cinese, trovata morta sulle sponde del lago da un gruppo di campeggiatori.
Secondo quanto emerso dall’interrogatorio, l’uomo, un 37enne italiano, avrebbe conosciuto la ragazza in chat e avrebbero deciso di passare la giornata insieme al lago. Non saprebbe, a suo dire, nulla della morte, quindi sopraggiunta dopo, ma risulta sia stato denunciato per omissione di soccorso, occultamento di cadavere e morte come conseguenza di altro delitto. L’uomo è incensurato, ma segnalato per uso di droga. L’autopsia rivelerà se la morte sia sopraggiunta per un malore dovuto a sostanze stupefacenti, come non escludono i carabinieri.
Al momento l’uomo è stato rilasciato, in attesa di ulteriori accertamenti. {jcomments on}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!