Ieri Papa Francesco ha recitato il suo primo Angelus da Castelgandolfo. Il tema è stato l’amore per il prossimo, l’amore disinteressato come quello del buon samaritano che aiuta l’uomo abbandonato dai briganti sul ciglio della strada. “Ciò che costituisce il samaritano è la misericordia”. E su questo tema ha ricordato l’anniversario del quarto centenario della morte di Camillo de Lellis, fondatore dei Ministri degli infermi, opera interessata all’assistenza dei malati, esortando coloro che lavorano in ospedale ad essere mossi dallo stesso spirito. Infine ha rivolto un pensiero a Giovanni Paolo II e Benedetto XVI in quanto esempi di fede e fedeltà quotidiana a Cristo. {jcomments on}