200pxC’è del marcio a Palazzo Vecchio. Il Comune di Firenze e la Giunta di Matteo Renzi sono da settimane sotto gli occhi della magistratura fiorentina per alcune vicende che incrociano la morale con gli affari.

 

Giornale.it ha già documentato l’affaire delle escort che coinvolgerebbe politici locali, albergatori e imprenditori. Ma a questo si aggiungono anche voci, sempre più insistenti di favori che potrebbero esser stati concessi a qualche potente locale. Voci che sono state anche oggetto di esposti alla magistratura fiorentina.
Per la faccenda delle escort, va detto subito, il Comune si dichiara parte lesa ma intanto sono 14 le persone fermate, tutte accusate per sfruttamento della prostituzione. Si tratta di medici, professionisti, dipendenti pubblici e albergatori. E sarebbero coinvolte oltre 300 ragazze tra escort professioniste, studentesse e casalinghe.
Tutto sarebbe partito dall’esposto presentato nel febbraio dell’anno scorso da un dipendente del Comune che chiedeva di chiarire presunti casi di assenteismo. Cercando di far luce su questo aspetto gli inquirenti sarebbero risaliti alla storia degli incontri hard. Di mezzo c’è un’agenda di una delle presunte escort che conterrebbe numeri telefonicv di diversi politici di un po’ tutti gli schieramenti mentre sono risultate anche chiamate da utenze intestate direttamente al Comune di Firenze.
L’esposto, per la verità, parlava di altro. Soprattutto di fatti molto vicini a Matteo Renzi.
Per esempio si accenna a un mutuo di 370mila euro concesso da una banca locale ad Agnese Renzi, moglie del Sindaco, insegnante precaria, e quindi con praticamente nessuna garanzia personale da prestare a parte l’immobile.
L’esposto parlava poi anche del libro di Renzi “Stil Novo” chiedendo chi ne abbia pagato le spese di pubblicazione e come si prevede vadano destinati i diritti sulle vendite e accennava al tour elettorale del primo cittadino.
L’immagine che ne esce è quella di una casa comunale non  certamente limpidissima anche se poi toccheràa chi di dovere accertare eventuali illeciti. Perchè i processi non si fanno sulle illazioni.

 

{jcomments on}