disoccupazioneMaggio ‘nero’ per il mercato del lavoro italiano. L’esercito dei disoccupati ha toccato quota 3 milioni 140mila. Lo ha comunicato l’Istat che ha diffuso la stima provvisoria di occupati e disoccupati a maggio.

Il numero di disoccupati è aumentato dell’1,8% rispetto ad aprile (+56mila unità) e del 18,1% su base annua (+480mila unità). L’aumento – ha spiegato l’Istituto di Statistica – ha interessato sia la componente maschile sia quella femminile.
Il tasso di disoccupazione è volato al 12,2%, massimo storico mai registrato: è il dato più alto dal primo trimestre del 1977, inizio delle serie storiche trimestrali, ossia da 36 anni. Lo ha comunicato l’Istat che ha diffuso i dati provvisori su occupati e disoccupati a maggio.
Gli occupati a maggio 2013 sono 22milioni 576mila, in diminuzione dello 0,1% su aprile (-27mila) e dell’1,7% (-387mila) su base annua. Fra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 647mila, il 10,7% della popolazione in questa fascia di età; il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni, ovvero l’incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è al 38,5%, in calo dell’1,3 punti percentuali su mese e in aumento di 2,9 punti su anno.

{jcomments on}