Dopo la prova di italiano ieri, i 491.491 candidati (22.576 esterni) della Maturità 2013 affrontano stamattina il secondo scritto. Anche questo, come il primo, è predisposto dal ministero, ma cambia da indirizzo a indirizzo.
Ai maturandi del Classico è stato proposto il brano di Quintiliano “Omero maestro di eloquenza”.
Per il secondo scritto al liceo Scientifico la soluzione di un problema con funzioni, a scelta tra i due proposti, e la risposta a cinque quesiti che spaziano dalla matematica alla geometria.
I futuri periti elettronici dovranno confrontarsi con la progettazione di un sistema di monitoraggio delle condizioni chimico-fisiche di un allevamento ittico. I futuri ragionieri, invece, dovranno cimentarsi con la solita redazione di bilancio e nota integrativa nonché relazione sulla situazione economica finanziaria di una azienda che, alla fine del 2011, era in condizioni di obsolescenza e quindi nel 2012 ha deciso di investire per ammodernarsi.