GAMBAROIl flop nelle ultime elezioni crea tensione all’interno del Movimento 5 Stelle. E questa tensione genera dichiarazioni che Grillo non digerisce. Come quella della senatrice Adele Gambaro, rilasciata a Sky Tg24: “Due comuni conquistati non sono un successo, ma una debacle elettorale. Stiamo pagando i toni di Beppe Grillo, i suoi post minacciosi. Mi chiedo come possa parlare male del Parlamento se qui non lo abbiamo mai visto. Lo invito a scrivere meno e osservare di più. Il problema del Movimento è Beppe Grillo.” Immediata la risposta di Grillo sul suo blog con un post risentito e aggressivo in cui ‘invita’ la senatrice a lasciare il movimento. Per una questione di coerenza, dice. E ribatte ancora proponendo un virtuale referendum su se stesso: “Vorrei sapere cosa pensa il Movimento 5 Stelle di queste affermazioni. Ditemi se sono io il problema”. I deputati grillini si sono subito schierati in difesa del loro leader, chi diplomaticamente come Di Maio: “Chi pensa che il problema sia Beppe Grillo ha chiaramente sbagliato Movimento. O forse è in cattiva fede”, chi con insulti aperti e diretti come “venduta”, “quanto ti hanno promesso?” e via così. Il caso è stato anche al centro di un’assemblea serale ufficiosa convocata al Senato, cui però la Gambaro non ha partecipato, a differenza di quasi tutti i suoi colleghi di movimento.{jcomments on}