‘The Guardian’, la famosa testata giornalistica inglese, pubblica oggi online in esclusiva la notizia che la National Security Agency (l’Agenzia di Sicurezza Nazionale americana) sta spiando le registrazioni telefoniche di milioni di utenti americani di Verizon, una delle maggiori compagnie telefoniche USA, sulla base di un ordine segreto di un tribunale emesso il 25 aprile. La FISA (Foreign Intelligence Surveillance) ha chiesto di consegnare la lista giornaliera dei numeri telefonici, i dati sulla localizzazione, gli orari e la durata, ma non i contenuti, di tutte le chiamate in uscita e in entrata fino al 19 luglio. Il quotidiano inglese dimostrerebbe che, sotto l’amministrazione Obama, le registrazioni delle comunicazioni di milioni di americani sono state raccolte indiscriminatamente e indipendentemente dal fatto che essi fossero sospettati o meno di illecito. Dalla casa bianca non è trapelato alcun commento e anche Verizon ha recapitato un ‘no comment’ al ‘The Guardian’ attraverso il suo portavoce Ed McFadden. {jcomments on}