Bolletta-luce-e-gasLe tasse sulle tasse che ci fanno pagare un prezzo esorbitante per l’energia elettrica. Tecnicamente si chiamano “oneri indiretti” o “oneri generali di sistema”. Alla fine dell’anno il loro ammontare sarà per ciasun cittadino italiano di 230 euro pari al venti per cento dell’intera bolletta, per un costo totale di 14 miliardi. L’anno scorso i costi per gli oneri indiretti era di 192 euro e l’anno prima di 125.


Ma cosa sono gli oneri indiretti? Per dirla in soldoni sono le tasse sulle tasse che fanno schizzare in alto le nostre bollette, sono costi nascosti nella spesa per l’energia elettrica che quest’anno pesano sulla bolletta per il 20 per cento. In questi “oneri” ci sono gli incentivi per le rinnovabili: i pannelli solari, le pale eoliche, le centrali a biomasse, ma anche le fonti “assimilate” come gli scarti delle raffinerie che godono ancora dei contributi ecologici
La tassa per smantellare le centrali atomiche. Tassati anche gli oneri per il nucleare: 149 miloni l’anno scorso, 255 nel 2011 e ben 410 nel 2010. Sono soldi destinati allo smantellamento delle centrali atomiche chiuse con il referendum nel 1987. Contineremo a pagare per questo fino al 2021. Ma ci sono anche i bonus per le famiglie povere (è la voce più piccola ridotta a un terzo nel 2012).
Ma le brutte notizie non finiscono mai perché il governo di Mario Monti (sempre lui) ha deciso di dare fiato alle imprese spostando 780 milioni di peso degli oneri generali di sistema dalle loro bollette a quelle delle famiglie. Le bollette, quindi, aumenteranno ancora.

{jcomments on}