Oscar torna oggi in tribunale, per la prima udienza dopo la concessione della libertà su cauzione.
L’atleta è stato arrestato il 14 febbraio per la morte della fidanzata, la modella sudafricana Reeva Steenkamp. Il campione sostiene sia stato un incidente. Afferma infatti di avere scambiato la ragazza per un ladro e di avere sparato per difendersi. Il 22 febbraio gli è stata concessa la libertà su cauzione, poiché gli avvocati dell’atleta hanno convinto il giudice che sussistano le circostanze eccezionali che permettono il rilascio nonostante le accuse di omicidio premeditato. Pistorius nega di avere ucciso intenzionalmente la donna e nelle 11 pagine di dichiarazioni presentate all’udienza per la cauzione afferma di averle sparato per errore, scambiandola per un intruso che stava entrando in casa dal bagno. L’accusa sostiene invece che abbia sparato con lo scopo di ucciderla, probabilmente al termine di un litigio.
Pistorius rischia dai 25 anni di carcere all’ergastolo. La procura ha annunciato che l’udienza di questa mattina sarà breve e durerà probabilmente una decina di minuti, poiché verrà chiesto maggior tempo per completare le indagini, raccogliere prove e compilare la lista dei testimoni da portare al processo. Le previsioni parlano di un rinvio delle udienze fino ad agosto. Il processo si svolgerà all’Alta corte di Pretoria e potrebbe iniziare a settembre, afferma l’Autorità nazionale della procura.{jcomments on}