Andrea Ferri, 51 anni, titolare di tre distributori di carburante e una piadineria, è stato ucciso nella notte intorno all’una a Pesaro, in via Paterni, una strada del lungomare, con 6/7 colpi di pistola sparati da una distanza molto ravvicinata. Sembra si tratti una vera e propria esecuzione, il cui movente potrebbe essere di origine finanziaria, dato che il Ferri aveva una consistente disponibilità economica. L’abitacolo della sua auto, ritrovata a circa 300 metri di distanza dal corpo, presenta tracce di sangue che farebbero pensare che la vittima sia stata freddata in auto e poi trascinata fuori, forse ancora agonizzante. Attualmente gli inquirenti si sono apprestati a bloccare i conti correnti della vittima, mentre gli specialisti dei Cc stanno conducendo accertamenti sulla vettura di Ferri e su ogni possibile indizio lasciato dall’assassino lungo la strada dell’agguato. {jcomments on}