esondazioneIl cattivo tempo sta flagellando l’Europa. Sono almeno quattro i morti e 8 i dispersi per le inondazioni causate dalle piogge torrenziali che stanno interessando il continente. In Austria si registrano una vittima e due dispersi. Una donna e un uomo sono morti nel crollo della loro casa a Trebenice vicino Praga nella Repubblica Ceca, dove si contano 4 dispersi.

Un altro uomo è stato trovato morto a circa 150 chilometri dalla capitale. Dal villaggio di Stechovice sono stati evacuati 1.800 abitanti, mentre due persone mancano all’appello in Germania.
A preoccupare è il livello del Danubio che  ha raggiunto, e in qualche caso superato, i livelli di guardia, e i suoi affluenti. A Passau, al confine con l’Austria, il fiume ha parzialmente inondato il centro. I governi di Vienna, Berlino e Praga hanno disposto l’invio dell’esercito per rafforzare gli argini.

 

E anche in Italia l’estate si fa attendere. Dopo un maggio freddo anche la òrima settimana di giugno non sembra annunciafre significative modifiche climatiche. Per l’arrivo di temperature quasi estive, tra i 25 e i 29 gradi, bisognerà attendere il weekend dell’ 8-9 giugno. L’Italia resterà divisa per gran parte di giugno: al nord temporali anche se con temperature più alte di questi giorni sui 28 gradi, caldo e siccità al Centro-Sud, caldo intenso sulla Puglia, Calabria e Sicilia con 30-35 gradi.

{jcomments on}