L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha multato e per i supplementi sulle carte di credito.

  “Click dopo click il biglietto di un volo low cost arriva a costare più di un biglietto in business class per colpa delle commissioni sulla carta di credito: anche queste sono cose da non credere!”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, che in un video della campagna “Cose da non credere” denuncia l’ennesimo paradosso del mercato.


“Nei giorni scorsi -afferma Dona (- l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha multato le due compagnie Ryanair e Vueling per pratica commerciale scorretta: i consumatori che prenotavano un volo sui siti internet delle due compagnie, attratti probabilmente dal prezzo basso, scoprivano soltanto all’ultimo passaggio dell’acquisto online di dover pagare un sovraprezzo per l’utilizzo della carta di credito. Questa pratica -prosegue il Segretario generale- non rispetta le ‘modalità di rappresentazione ai consumatori del prezzo dei biglietti aerei‘  imposte dall’Antitrust”.
{jcomments on}