assicurazioneautoSempre più vetture circolano prive della copertura assicurativa, mentre è in aumento anche l’evasione della tassa di circolazione.
E’ stato stimato dall’Aci (Automobile Club d’Italia), che il 12-13% degli automobilisti rimanda il versamento del bollo, una percentuale doppia rispetto a pochi anni fa. Non tutte le regioni fanno registrare gli stessi numeri, ma il fenomeno esiste e non va sottovalutato.

Cosa si spera di ottenere in questa maniera? Chi rinvia l’appuntamento spera di riuscire a pagare l’imposta prima che arrivi l’esattore o che scattino le sanzioni pecuniarie.
C’è chi fa trascorrere pochi giorni, giusto il tempo di attendere l’accredito dello stipendio, ma si arriva anche a qualche mese. Ci sono però gli evasori strutturali, vale a dire coloro che non pagano praticamente mai, il 15% del totale per la precisione. Nel 2010 l’evasione del bollo è stata quantificata in un miliardo di euro, un brutto colpo per le casse dello Stato: in effetti, tre anni fa oltre 34 milioni di automobilisti avrebbero dovuto versare la somma in questione, per un gettito pari a 6,6 miliardi di euro, mentre ne sono stati incassati 5,6.
Una situazione simile dovrebbe far riflettere l’intero settore: l’acquisto di una autovettura nel nostro paese è diventato sempre più complicato, a causa dell’eccessiva tassazione, una oppressione fiscale che esiste da tempo, ma che ora si avverte di più a causa della crisi. Inoltre, c’è chi associa l’evasione a un provvedimento del 1997, secondo cui non è obbligatorio esporre il tagliando.
Altro fronte clado è quello dell’assicurazione obbligatoria.
In Italia sette veicoli su cento circolano senza assicurazione, che vuol dire che sulle strade ci sono 3,5 milioni di auto non assicurate. Il mercato delle polizze false, poi, è sempre più florido e proliferano compagnie fantasma e società prive di titoli a stipulare polizze Rc-auto. Soni i dati sconcertanti contenuti nello studio della Fondazione Aci “Filippo Caracciolo”, dal titolo «Il falso documentale negli illeciti stradali»

{jcomments on}