Strokes-FeltrinelliLa crisi dell’editoria colpisce anche le librerie Feltrinelli.  Azienda e sindacati hanno sottoscritto un accordo che interessa i 1.378 dipendenti presenti nei 102 punti vendita dislocati in tutta Italia.
Il contratto di solidarietà – che partirà dal 10 giugno – riguarderà 63 grandi store per un totale di 1.086 dipendenti che si configurerà con una diminuzione media dell’orario di lavoro del 12,2% e un tetto massimo del 18%

(circa 21 ore mensili) nei megastore maggiormente in crisi (Roma e Pescara su tutti). Per quanto riguarda i punti vendita presenti all’interno delle gallerie commerciali il contratto di solidarietà verrà applicato a 28 punti vendita e a 199 dipendenti. Anche nelle stazioni (frutto di una politica espansionistica molto recente) ci saranno 11 punti vendita e 93 dipendenti con contratto di solidarietà.
La crisi è testimoniata da  un calo del 10,5% nelle vendite e un andamento critico per 66 punti vendita, di cui 15 a rischio chiusura nei prossimi 12-24 mesi. Per questo occorrono risparmi 4,3 milioni di euro entro un anno.
Questa grave crisi avrà ripercussioni anche su Effe Tv, la televisione che avrebbe dovuto debuttare a maggio sul digitale terrestre con una programmazione incentrata su cultura, musica e libri. Lo scorso autunno Feltrinelli aveva preso accordi con Telecom Italia in modo da avere in contemporanea banda digitale e contenuti giornalistici: il 70% rimaneva a Feltrinelli e il 30% a Telecom Italia. Il “matrimonio” era, dunque, con La 7.
Dopo l’acquisizione de La 7 da parte di Urbano Cairo, lo scenario è cambiato. Cairo si è trovato in eredità un altro progetto televisivo da gestire, senza averne l’intenzione. E così il progetto Effe Tv si è avvicinato sempre più al gruppo Espresso di Carlo De Benedetti. Il gruppo Feltrinelli potrà così disporre dei servizi tecnici di produzione di Repubblica Tv e della banda televisiva, facendo aumentare i ricavi televisivi di Espresso che avrà a sua volta in Effe Tv il “contenitore” ideale per ospitare (insieme alle piattaforme web) eventi come Repubblica delle Idee o Dialoghi dell’Espresso.

{jcomments on}