BCELa Banca Centrale Europea ha tagliato di un quarto di punto il tasso di rifinanziamento pronti contro termine, portandolo al minimo storico dello 0,50%. La mossa era attesa dai mercati. Il tasso sui depositi resta fermo a quota zero e il tasso marginale cala dello 0,25% all’1%.

L’ultimo taglio dei tassi della Bce risale al 15 luglio 2012, quando il refi era stato ridotto di un quarto di punto allo 0,75%, anch’esso un minimo record per l’Eurotower.

Mercato azionario incerto nella prima parte della mattinata, con gli indici che dopo un avvio negativo si sono riportati vicino alla parità. Quota nel complesso resistente dopo il ribasso di ieri di Wall Street e il dato in calo sul Pmi manifatturiero della Cina ad aprile. L’attesa è per la riunione della Bce, che potrebbe ridurre i tassi. Contrastate le altre Borse europee. 

Il differenziale di rendimento tra Btp decennali e omologhi tedeschi scende a quota 263, dopo aver chiuso lunedì a 268 punti. Il rendimento e’ al 3,84%. Il differenziale Bonos/Bund si attesta a 287 punti per un tasso del 4,08%.

{jcomments on}