napolitanoCi sono ancora ostacoli sul cammino che dovrebbe portare Pier Luigi bersani a Palazzo Chigi.Ieri, al termine delle consultazioni, il capo dello Stato ha rinviato a oggi ogni decisione sull’incarico. E, nonostante le insistenze del segretario del Pd, ha insistito per un governo che abbia i numeri sufficienti a governare.


Il presidente della Repubblica ha completato ieri le consultazioni con le forze politiche e non prima di oggi pomeriggio conferirà un incarico la cui natura dipende però dai contatti notturni – e ancora molto cauti – appena avviati tra Pd e Pdl. Una cosa è sicura, o quasi: con i suoi interlocutori il capo dello Stato ha messo in chiaro di non voler nominare Bersani se, come sembra, attorno al segretario del Pd non si condensa una chiara maggioranza per governare: non ci sono i voti di Beppe Grillo. Napolitano lo ha spiegato anche a Silvio Berlusconi, almeno secondo quanto raccontato dal Cavaliere che ieri sera non si sbilanciava ma considerava realistiche due ipotesi: un mandato esplorativo (persino a Bersani) o un immediato incarico per un governo di coalizione con il Pdl (che voterebbe persino Bersani): “Tutto dipende dalla disponibilità del Pd”.
La situazione e’ di stallo: Svp, Psi e Sel chiedono un incarico per Bersani, che vorrebbe “mettere il Parlamento di fronte all’assunzione di responsabilità”. Silvio Berlusconi ha un’idea diversa: “Vi sono tre forze di pari entità, una di queste forze non è disponibile a una collaborazione con le altre. Restano in campo il Pdl e il Pd, a cui incombe la responsabilita’ di dare un Governo al Paese”.
La forza non disponbile a collaborare con le altre è il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che sul suo blog scrive: “Il M5S non accorderà alcuna fiducia a governi politici o pseudo tecnici con l’ausilio delle ormai familiari ‘foglie di fico’ come Grasso”. La notte del Presidente della Repubblica sara’ complicata. Bersani ha la maggioranza assoluta alla Camera, ma non al Senato. Il Pd non vuole governare con il Pdl. Il M5S non vuole governare ne’ con il Pd ne’ con il Pdl. Scelta Civica chiede responsabilita’ alle “principali forze politiche disponibili sulla strada dell’Europa”. Napolitano riuscirà a creare un Governo per mantenere l’Italia dentro il carro della Ue? L’unica forza politica che esprime perplessità sull’euro è il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Napolitano, il cui mandato scadrà a maggio, non può sciogliere le Camere. Dal 15 aprile i parlamentari e i delegati regionali dovranno eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.

{jcomments on}