berlusconi quirinale“Tocca a Pd e Pdl la responsabilità di dare un governo al paese”. Al termine delle consultazioni con il presidente della Repubblica, Silvio Berlusconi ribadisce la linea della coalizione di Centrodestra.


“Con Napolitano abbiamo esaminato i risultati elettorali che presentano tre forze di pari entità; abbiamo presente che una di queste forze non è disponibile a una collaborazione con le altre e quindi restano in campo le altre due, Pdl e Pd, cui incombe la responsabilità di dare un governo al paese”, ha dichiarato il leader del Pdl, recatosi al Colle insieme al segretario Angelino Alfano e ai due capigruppo, Renato Brunetta e Renato Schifani.
Insomma, Berlusconi apre a un governo di larghe intese, avvertendo però che il Pd non può pretendere tutte le cariche. “C’è l’ esigenza assoluta di un comportamento responsabile delle forze che rappresentano un terzo elettorato, non è accettabile che sia una sola forza con il 30% dei voti che sono il 20% degli italiani che hanno diritto al voto possa esigere di prendere tutto”, ha spiegato Berllusconi.
Che, nonostante questo, ha precisato che da parte di Pdl e Lega c’è una “responsabilità totale” e siamo “assolutamente a disposizione per un governo di coalizione” con il Pd “che intervenga con misure per l’economia che sono largamente condivise”.

{jcomments on}