Ferrara diventa per quattro giorni, dal 20 al 23 marzo, la capitale internazionale  del restauro e della conservazione dei beni culturali. Il filo conduttore della manifestazione ”Restauro”, giunta alla ventesima edizione, che è ospitata nei padiglioni del quartiere fieristico, non poteva che riguardare la ricostruzione dei monumenti e degli edifici storici danneggiati dal terremoto

che ha colpito pesantemente una vasta area dell’Emilia, provocando crolli e danneggiamenti a molta parte del patrimonio artistico.
Nel programma della manifestazione è da segnalare il convegno “Dov’era ma non com’era”, organizzato dal dipartimento di architettura dell’Università di Ferrara, dalla Regione Emilia Romagna e dalla Direzione Regionale dei Beni Culturali, che mette a tema i criteri di ricostruzione del patrimonio compromesso dal sisma, confrontando progetti, studi, esperienze e testimonianze di altri precedenti terremoti. I lavori per riparare i danni sono già iniziati, sia per gli interventi sugli edifici, sia per il recupero dei beni culturali che erano conservati nelle costruzioni compromesse dal sisma.  
Mille e trecento opere tra quadri e sculture provenienti dalle città terremotate del modenese sono state raccolte, a cura della Soprintendenza di Modena, nella Reggia Ducale di Sassuolo, dove è stato allestito un ricovero temporaneo, nel quale le opere sono catalogate e restaurate in attesa di rientrare  nelle sedi di provenienza. Un secondo grande tema permette al Salone di uscire dalle tematiche legate al rischio sismico, con un convegno ed una mostra che riguardano i problemi della conservazione del patrimonio architettonico del ‘900, con attenzione particolare alle grandi architetture di Oscar Niemeyer  in Brasile e di Le Corbusier in India.   Gli eventi collaterali al salone organizzati in città nell’ambito di “Ferrara – aperto per restauro “rendono accessibili, in via  straordinaria, anche serale e con ingresso gratuito, i siti di musei, pinacoteche e palazzi storici, offrendo a tutti l’imperdibile occasione di visitare, tra gli altri, il castello Estense, la Casa di Ludovico Ariosto, Casa Romei e la Palazzina Marfisa D’Este.

INFO: Restauro – Salone Dell’arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali
Quartiere fieristico di Ferrara , via della Fiera, 11 – 44100 Ferrara . Tel. 0532 900713
Orari: 9.00 – 18.30
Ingresso: Biglietto intero €10 Ridotto € 5
www.salonedelrestauro.com