condom jpgIl calo dei consumi che interessa il nostro Paese riguarda anche i . La crisi economica starebbe dunque coinvolgendo ogni settore senza risparmiare, dopo quelli alimentare e del vestiario, anche quello del sesso.


Secondo l`ultima rilevazione statistica sui consumi delle famiglie, condotta dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche “Antonella Di Benedetto” di Krls Network of Business Ethics per conto di Contribuenti.it Magazine dell’Associazione Contribuenti Italiani, il consumo dei condom nell’ultimo anno è diminuito dell’11,2%, con punte record del 13% nelle città di Venezia, Napoli, Milano, Genova e Roma.
Secondo l`Associazione Contribuenti Italiani, il crollo dei consumi dei condom è preoccupante, anche per l`importanza che i preservativi svolgono nella lotta all`AIDS.
E a tal proposito c’è da sottolineare che negli ultimi anni in Italia, seguendo i dati diffusi dall`Istituto Superiore di Sanità, il contagio del virus dell`Hiv è avvenuto soprattutto per via sessuale. Di questi contagi, quasi il 70% si concentra nei giovani tra 25 e 39 anni.
C’è ora da capire se il calo dei consumi di condom sia dovuto alla necessità di risparmiare anche su questo o se le preoccupazioni per la crisi che stiamo vivendo abbiano fatto calare anche la voglia di sesso con conseguente diminuzione della domanda di preservativi.

{jcomments on}