Per adattarsi alle nuove esigenze di comunicazione anche l’Inps sbarca su facebook e apre un canale youtube dove aggiornare le informazioni sulla cultura della previdenza sociale, specialmente per gli utenti più giovani.


L’intento, spiega l’Istituto è “Rendere disponibili ad un numero sempre maggiore di utenti (ad oggi sono circa 10mila i lettori della pagine Inps su Facebook) i contenuti informativi già presenti sul sito istituzionale, diversificando gli strumenti di relazione: in tal senso, Facebook e YouTube rappresentano i canali ideali per diffondere e sostenere una cultura della previdenza nei confronti dei cittadini più giovani, che siano ancora impegnati negli studi o che siano appena entrati nel mondo del lavoro.
La nuova pagina Facebook “Pensioni: sistema contributivo”, continua il personale dell’istituto, “Ha così lo scopo di fornire informazioni sui contributi obbligatori, da riscatto o figurativi, su come viene calcolato il montante contributivo, su come consultare il proprio estratto contributivo ed altro ancora, ed è rivolta soprattutto ai lavoratori più giovani, che percepiranno la futura pensione in base al cosiddetto “sistema contributivo puro”.
Per accedere alla pagina tematica è necessario avere un profilo Facebook, dal quale digitare in ricerca “Pensioni: sistema contributivo” o andare direttamente su www.facebook.com/INPS.SistemaContributivo e cliccare su Mi piace.
Il canale youtube, visibile liberamente all’indirizzo www.youtube.com/user/INPS.Comunica, è un ulteriore strumento di aggiornamento poiché l’utente, iscrivendosi, può essere costantemente aggiornato sui nuovi contenuti caricati e sulle novità del canale. L’archivio di tutti i materiali multimediali dell’Istituto è comunque disponibile sul sito ufficiale all’interno della sezione “INPS Comunica” del portale www.inps.it.
I contenuti delle pagine Facebook e del canale YouTube, ovviamente, avranno solo una generale valenza informativa: per eventuali approfondimenti, come pure per le richieste di servizi o prestazioni, occorre far riferimento al portale www.inps.it.

{jcomments on}