meloni-latina-487d6eSorpresa amara per Angelino Alfano. Un primissimo sondaggio realizzato da TGCom24 vede al primo posto Giorgia Meloni con il 32% della rpeferenze, segue Alfano con il 21, quindi Crosetto con il 12, Cattaneo con il 10, Sgarbi con l’8, Santanchè con il 7, Samorì con il 5, Galan con il 4 e Micaela Biancofiore con l’1%. Naturalmente è un risultato che vale quel che vale. Ma è comunque un indice di quanto siano agitate le acque nel Popolo della Libertà.


Intanto i candidati scendono a 11. Abbandona, infatti, Alessandra Mussolini che spiega così la sua decisione: “Trasformare questo appuntamento in una squallida resa dei conti interna è il più grosso errore che si possa commettere. A questo punto aveva ragione Berlusconi su questo masochistico strumento politico al quale mi onorerò di non partecipare”.
“Se queste sono le premesse sarà una gara sotto i riflettori di chi ha lo scopo di distruggere senza costruire, che porterà ad un ulteriore indebolimento politico di un partito e della sua classe dirigente”, ha aggiunto.
“Non si parli allora di primarie ma di correnti allo sbaraglio in cerca di riposizionamento politico. Patetico poi è l’atteggiamento di chi tira fuori ‘le unghiette’ contro il governo Monti solo ora, dopo che ne ha sempre dato l’appoggio durante il suo mandato”, ha poi concluso la Mussolini.
Un altro dispiacere al segretario lo riserva Silvio Berlusconi in persona. Secondo fonti giornalistiche, infatti, il Cavaliere tiferebbe per Giancarlo Galan. Secondo queste indiscrezioni sarebbe stata proprio l’insistenza di Alfano per le primarie a far ricredere il Cav.  che in questa insistenza vede scarsa fiducia nei suoi confronti.
Inoltre Berlusconi sarebbe preoccupato dalle attenzioni che verso Alfano mostrano i maggiorenti del partito di area ex An che si sono stretti a fianco al segretario.

 

{jcomments on}