Per chi frequenta il Web sono cose risapute, quelle di cui leggiamo in queste pagine e ci rifiliamo l’un con l’ altro ogni giorno ..senza ( sig..!!) far nulla che scrivere .. il problema e’ far giungere un briciolo di consapevolezza alla gran massa di italiani, abbrutiti da una tv quasi demenziale,che per altro paghiamo, così tanti italiani non andranno a votare, rimarranno a casa, a rimuginare la colpa di ” aver vissuto al di sopra delle loro possibilità”.
Sappiamo che ci derubano e sappiamo come ci derubano ma, dato che le banche sono uno strumento e non un attore, non sappiamo bene a chi dare la colpa.
Nessun politico, dal più conservatore al più rivoluzionario nel suo programma cita certe problematiche che sono alla base, la vera essenza, dei problemi che stiamo attraversando. Alla fine si capisce chiaramente quanto sia inutile votare, quindi, se vuoi convincermi del contrario, la tua campagna elettorale dovrebbe essere incentrata proprio su questi concetti; invece che fanno: votano x spostare le elezioni di una settimana facendo sperperare 300 milioni di euro alla collettività  per garantire  le pensioni a quelli che sono a fine legislatura.
Andiamo miseramente verso un Monti2 ipnotizzati dall’illusionista di turno che predica una “luce infondo al tunnell” mentre l’ENEL taglia la corrente ai tanti che non hanno soldi.

Ci sono poi quelli che vivono direttamente o indirettamente di politica (gli unici rimasti a votare). Ora reclutano familiari al seguito per far numero, in pietosi convegni di partito sapientemente organizzati in teatrini o piccoli locali, dove la regola è’ fingere di credere alle balle piu’ inverosimili e a tesi che fanno a pugni con il più elementare buonsenso.
Questo equilibrio, che si regge sull’ammirevole sforzo congiunto di decerebrati da una parte e clientes dall’altra, è tuttavia destinato a crollare a breve termine e precisamente quando decerebrati e clientes vedranno allontanarsi la greppia che li ha sostenuti sino ad ora… TUTTI A CASA!!

G.M

{jcomments on}