toninoDi Pietro resta alla guida dell’Italia dei Valori, ma il movimento si spacca e inizia a perdere i primi pezzi.
Massimo Donadi si avvia a lasciare l’Idv (in giornata annuncerà il suo passaggio nel gruppo misto) dopo che la sua linea è uscita sconfitta dalla riunione di deputati e senatori del partito.

Una riunione terminata a notte fonda nella quale si è deciso anche che il congresso dell’Italia dei Valori si terrà soltanto dopo le assise territoriali, ovvero non prima delle politiche del 2013.
Secondo Donadi «Di Pietro ha presentato la sua linea. Devo dormirci su, domani prenderò le mie decisioni», ha detto il deputato veneziano annunciando di fatto l’intenzione di lasciare il gruppo di cui fino alla scorsa settimana era il presidente alla Camera. «Io nel gruppo del Pd? Questa è una ipotesi che non va neanche presa in considerazione», ha aggiunto sottolineando tra l’altro che «sono sei mesi che Di Pietro dice che ci accorderemo con il Pd, eppure non succede nulla».
Oggi i deputati dell’Idv torneranno a riunirsi per eleggere il nuovo capogruppo. In pole resta Antonio Borghesi, già facente funzioni dopo le dimissioni di Donadi. Incertezza invece sulle dimissioni di Fabio Evangelisti da deputato, vicecapogruppo a Montecitorio e coordinatore in Toscana.

{jcomments on}