“Maggiore sicurezza, meno rumore, più attenzione al risparmio del carburante e guerra alla contraffazione: ci auguriamo che l’etichetta per i pneumatici raggiunga tutti questi obiettivi”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), ricordando che dal primo novembre sarà obbligatoria la nuova etichetta europea sui pneumatici.

“Il nuovo bollino, che con una classificazione dalla A alla G identifica le tre voci: resistenza al rotolamento; aderenza sul bagnato e rumore esterno -spiega Dona- aiuterà i consumatori nella scelta delle gomme: spesso infatti, per risparmiare si scelgono prodotti privi di omologazione, provenienti da aziende sconosciute che non rispettano le normative che regolano la produzione e la commercializzazione dei pneumatici. Dopo un apparente vantaggio iniziale -prosegue Massimiliano Dona- automobilisti e motociclisti corrono molti più rischi scegliendo un prodotto contraffatto, sia per la loro incolumità che per il portafoglio: in caso di controlli da parte delle Forze dell’Ordine, infatti,  si è soggetti a sanzioni pecuniarie, sottrazione di punti di demerito ed anche fermo del mezzo; nel caso di incidente, poi, le assicurazioni potrebbero non risarcire i danni o comunque rivalersi sul proprietario del mezzo  non conforme”.

“Con l’arrivo dei primi freddi -conclude Dona- per montare le gomme invernali è bene, dunque, rivolgersi solo a rivenditori specialisti (coloro cioè che svolgono esclusivamente l’attività di montaggio/smontaggio gomme); in fase di acquisto, poi: ricordarsi sempre di controllare l’etichetta e conservare lo scontrino fiscale, che servirà anche per far valere la garanzia sul prodotto in caso di problemi”.{jcomments on}