La maggioranza dei siciliani ieri, alla elezioni per il rinnovo dell’Assemblea regionale ha deciso di non votare. Solo il 47,42% degli aventi diritto si è recato alle urne. E a Palermmo ancora meno: il 46,28. Nel 2008 la percentuale era stata di poco inferiore al 60%.

Ma allora si votata anche il lunedì, in abbinata con le politiche per il rinnovo di Camera e Senato. Questa volta invece la chiamata alle urne è stata circoscritta alla sola giornata di domenica.
Mentre è iniziati lo spoglio ci si aggrappa agliultyimi sondaggi che davano un successo per il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo stimato attorno, se non coltre, il 14% dei voti. Ma un’emittente assegna al candidato grillino, Giancarlo Cancellieri, ben il 27% dei consensi.
Al di là di questi numeri da prendere con estrema cautela la partita resta ancora aperta, con due candidati Nello Musumeci (Pdl) e Rosario Crocetta (Pd-Udc) a contendersi la poltrona di governatore, a meno appunto dell’uscita a sorpresa dell’outsider Giancarlo Cancelleri.

{jcomments on}