E’ la televisione cult della sinistra radical chic. Molto più paludata della rozza corazzata di Rai3.  Certo è che l’emittente che Telecom sta disperatamente tentando di vebdere ha fatto il pieno delle forze della sinistra televisiva: dalla Gruber a Lerner, da Mentana alla Cucciari e via discorendo.
Il problema è che i loro raffinati programmi non li guarda quasi nessuno.

 

Per esempio “L’infedele” di Gad Lerner al debutto con la  stagione autunnale 2012 ha messo insieme solo 652mila spettatori con uno share del 3,14%. Pochi di più, 674mila, nella seconda puntata.
Fa un po’ meglio Enrico Mentana: il suo “Bersaglio mobile” supera di poco il milione di spettatori.
Per contro Paolo de Debbio su Rete 4 con “Quinta colonna” si attesta sul milione e mezzo di spettatori a puntata e il 7,5% di share.{jcomments on}