Lettori in calo per quotidiani e settimanali. Crisi economica e, soprattutto, disinteresse, riducono le tirature dei giornali e fanno scendre progressivamente il numero dei lettori.
Gli ultimi dati a disposizione parlano chiaro: Corriere della Sera in calo del 4,7%, Repubblica a picco a quasi -9%.

E’ quanto emerge dal secondo ciclo dell’indagine Audipress (2 aprile–8 luglio 2012) sulla lettura dei quotidiani cartacei in Italia.
In generale, salvo rare eccezioni (fra queste il +2,5% di Libero e l’eclatante +24% de Il Giorno), il segno meno colpisce in maniera generalizzata tutte le testate: la Gazzetta dello Sport contiene il calo nell’1,3%, La Stampa crolla a -11%, Il Sole 24 Ore cede oltre il 4%, Il Messaggero il 10%, il Giortnale -4,8%, solo per citare quelle maggiori.
Le testate nel loro complesso registrano un calo di lettori pari al 2,7% nel giorno medio. Il quotidiano più letto è ancora La Gazzetta dello Sport con 4 milioni e 361mila lettori, fra i settimanali è Sorrisi & Cantoni Tv a mantenere la leadership (anche se con una diminuzione del 3% rispetto all’indagine precedente) con 4 milioni e 426mila lettori mentre il più letto tra i mensili è Focus (anche lui in calo del 3%) con 6 milioni e 189mila lettori.

 

Gazzetta dello Sport 4.361 -1,2
Repubblica 3.198 – 8,9
Corriere della Sera 3.194  – 4,7
La Stampa 1.880  – 11
Il Messaggero 1.352 – 10

Il Giornale 678 -4,8
Libero 407 +2,5
Il Giorno 365 + 24

Tra i settimanali primo per lettori Sorrisi e Canzoni TV seguito da Chi e Oggi. L’Espresso supera Panorama per poco meno di 300mila lettori.